Se quest’estate state pensando di organizzare un viaggio in auto è opportuno conoscere alcune importanti norme riguardanti i carichi sporgenti spesso infatti la capienza del proprio veicolo non è così larga, bisogna innanzitutto pensare all’equilibrio tra parte davanti e parte dietro e occorre fissare i carichi sporgenti in auto con cura e intelligenza.

In special modo non si devono eccedere i limiti di peso e di ingombro dettati dalla legge, questo a garanzia sia della nostra che della sicurezza altrui nella strada.

Ma vediamo più nel dettaglio quali sono le norme previste dal codice della strada in tema di carichi sporgenti.

 

Le norme previste dal codice della strada

I carichi sporgenti in auto devono essere sistemati in maniera tale da ostacolare il cadere o il disperdersi degli oggetti trasportati, da non pregiudicare la visibilità al guidatore né ostacolare i suoi movimenti nel governo del veicolo.

Occorre, inoltre, che il carico non sia in grado di mettere a rischio la stabilità del mezzo. Inoltre è  importante che gli oggetti trasportati non vadano a coprire la fanaleria del mezzo o la targa che serve all’identificazione. Per ciò che riguarda il senso della lunghezza, la legge prevede che il carico trasportato non debba sopravanzare il mezzo sulla parte anteriore.

È inoltre stabilito che qualunque veicolo, carico compreso, non debba superare la larghezza di due metri e 55 e che l’altezza non possa superare i quattro. Quanto alla lunghezza totale, questa non può superare i dodici metri, compresi gli organi che servono al traino ed esclusi i semi-rimorchi.

Se si tratta, in particolare, di autoarticolati e autosnodati, questi non devono superare la lunghezza totale di sedici metri e cinquanta, purché siano rispettati gli altri limiti di legge.

 

Quanto può sporgere un carico?

Per quanto riguarda la parte retrostante del veicolo,  non c’è una precisa regola .il carico può sporgere nel senso della lunghezza fino ai tre decimi della lunghezza del veicolo medesimo.

Questo significa, per esempio, che se l’autoveicolo misura una lunghezza di tre metri e mezzo, veicolo e carico sporgente possono avere una lunghezza combinata di quattro metri e 55: ovvero la parte sporgente non può esserlo per più di un metro e cinque centimetri. Quanto alla sporgenza laterale, la distanza dalle luci di posizione della parte del carico sporgente non può superare i trenta centimetri, sia nella parte anteriore che in quella posteriore.

 

Le multe previste per il carico sporgente in auto

Chi non rispetta le regole e viaggia con un carico non correttamente posizionato e mal assicurato al veicolo è soggetto a una multa da 87 a 344 euro, con la sottrazione di 3 punti dalla patente.

Ci sono casi che prevedono il ritiro della carta di circolazione e la patente, eventualmente scortando l’auto fino ad un luogo adatto a procedere con la sistemazione: in questo caso i documenti ritirati vengono restituiti anche subito, basta che il carico sia sistemato correttamente.